folignonline
Edizione del 29 Aprile 2017, ultimo aggiornamento alle 19:53:02
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Aldo Moretti S.r.l.
folignonline
Punto Salute Foligno
cerca nel sito
Caccia Village 2017
Aldo Moretti S.r.l.
Valle di Fiordimonte
Afam Foligno

Condividi l'articolo:


Politica, 10 Aprile 2017 alle 17:31:12

Montefalco, rincaro servizi in vista e l'opposizione non ci sta

Via il corpo unico di polizia, aumenti su mensa scolastica e Tari

 Il 16 e il 31 marzo a Montefalco si sono svolte due sedute consiliari a dir poco incandescenti. Per il gruppo di minoranza "Montefalco che vorrei" (Broccatelli, Lubricchio, Morici, Nizzi) si profila un quadro ≪molto grave≫ per i mesi a venire, con forti rincari dei servizi essenziali.


Nel consiglio comunale del 16 marzo è stata votata, con l'astensione della minoranza, l'uscita di Montefalco dal Corpo unico di polizia locale dell'Unione dei Comuni terre dell'olio e del Sagrantino.


≪Con gli altri comuni determinati a uscire dal Corpo di polizia, Montefalco non ha potuto che adeguarsi. Così - affermano i consiglieri - la maggioranza ha votato per l'uscita dal Corpo di polizia, portando allo scioglimento definitivo≫. Lo conferma il sito ufficiale dell'Unione dei Comuni: il servizio non è più operativo dal 1° aprile.


≪Montefalco aveva paventato, per prima, l'ipotesi di uscire dal Corpo - fa sapere il gruppo - poi, aveva riconfermato la sua disponibilità a scongiurare un simile epilogo≫. Niente da fare.


La polizia municipale torna in capo a ciascun comune (Montefalco, Bevagna, Trevi, Castel Ritaldi, Massa Martana, Giano dell'Umbria, Gualdo Cattaneo, Campello sul Clitunno). Per i consiglieri di minoranza si tratta di una sconfitta: ≪Montefalco dovrà far fronte a delle spese, il Corpo unico permetteva di risparmiare circa 60mila euro l'anno - evidenziano -. Da parte nostra, abbiamo sempre sostenuto la gestione aggregata≫.


Ad aggravare un quadro già preoccupante, la seduta consiliare del 31 marzo. Con i soli voti della maggioranza, si è approvato il bilancio previsionale 2017 ≪che prevede onerosi rincari per i cittadini≫. Primo fra tutti, ≪l'aumento di 1 euro del buono pasto (che passa da 3 a 4 euro) e quindi, all'incirca, di 180 euro all'anno per ciascun bambino iscritto alla scuola dell'infanzia≫.


≪Qui l'amministrazione ha fatto una scelta precisa, assai grave - affermano i consiglieri - che doveva essere evitata a tutti i costi. La maggioranza avrebbe dovuto risparmiare su altri capitoli di bilancio, anziché gravare sulle famiglie≫.


La stoccata finale arriva con ≪l'aumento della tassa sui rifiuti (TARI): rincaro del 3% in media per le utenze domestiche e dell'1% in media per quelle non domestiche≫.


 


 

Condividi l'articolo:

affitto e vendita case
Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Vus Com
Aldo Moretti S.r.l.
Sicaf
ADCCOM
Caccia Village 2017