folignonline
Edizione del 29 Aprile 2017, ultimo aggiornamento alle 19:53:02
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Aldo Moretti S.r.l.
folignonline
Adcomm
cerca nel sito
Aldo Moretti S.r.l.
Afam Foligno
Caccia Village 2017
Valle di Fiordimonte

Condividi l'articolo:


Cronaca, 14 Aprile 2017 alle 14:28:04

Ospedale di Foligno, integrazione con la struttura di Spoleto ma piena autonomia

Audizione in terza commissione. L'assessore Barberini. 'Un modello da replicare in tutta l'Umbria'

Audizione in terza commissione consiliare sui temi della sanità insieme all'assessore Luca Berberini. L'ospedale San Giovanni Battista registra numeri importanti e rappresenta un punto di riferimento rilevante per il sistema sanitario umbro, con possibilità di esercitare un ruolo significativo anche al livello extra regionale.


Sono 323 i posti letto effettivi, (378 inclusi quelli del presidio di Trevi), 16.300 i ricoveri registrati nel 2016 e 1.135 i parti avvenuti lo scorso anno.  Il pronto soccorso è il secondo dell'Umbria per casistica, con una media di 50mila accessi l'anno, che nel 2016 si sono tradotti in 235mila prestazioni.


I ricoveri sono meno del 12% rispetto agli accessi: non ce ne sono di inappropriati. I codici bianchi rappresentano circa l'8% dei casi, i verdi circa l'82% e i rossi circa lo 0,33%: situazione tipica di tutti gli ospedali, che impone di riorganizzare il sistema delle cure primarie e dei servizi territoriali.
Negli ultimi tempi sono stati realizzati importanti investimenti tecnologici e miglioramenti organizzativi per innalzare le qualità dei servizi e delle prestazioni e continueremo a lavorare in questa direzione per fare ancora meglio.


"Cercheremo di concentrare nelle vicinanze dell'ospedale i servizi generali finora dislocati in vari punti della città, per una maggiore integrazione con la struttura ospedaliera e per risparmiare sui canoni di locazione- ha detto Barberini - Entro aprile presenteremo il piano per una collaborazione concreta con l'ospedale di Spoleto, avviando la fase della partecipazione: si tratta di un'opportunità importante per entrambi i presidi ospedalieri, ognuno dei quali manterrà la propria autonomia specializzandosi in determinate attività".


"L'obiettivo è realizzare in questo territorio un modello da replicare nel resto dell'Umbria, che possa dare risposte a tutta la regione. Foligno e Spoleto insieme possono diventare il terzo polo ospedaliero dell'Umbria e dare un contributo fondamentale alla realizzazione di un nuovo modello di sanità umbra, che punti su una rete ospedaliera di qualità e investa di più su cure primarie, servizi territoriali e prevenzione per dare risposte più efficaci ai bisogni di salute dei cittadini".


 

Condividi l'articolo:

affitto e vendita case
Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Vus Com
Caccia Village 2017
Sicaf
ADCCOM
Aldo Moretti S.r.l.