folignonline
Edizione del 20 Febbraio 2018, ultimo aggiornamento alle 22:28:43
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
BEXB
folignonline
Adcomm
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Condividi l'articolo:


Ambiente e Territorio, 02 Febbraio 2018 alle 11:56:52

Opere pubbliche, Filipponi: sempre gli stessi interventi che slittano di anno in anno

Il capogruppo di Impegno Civile critica gli investimenti passati e futuri annunciati dall'assessore Angeli

"L'Assessore Angeli annuncia 'urbe et orbi', investimenti per 45 milioni di euro, dal 2014, avvio della consiliatura, al 2019, fine mandato. Nel programma triennale dei lavori pubblici 2018/2020 sono previste opere per circa 17,5 milioni per il 2018 e quasi 3 milioni per il 2019. Quindi, se la matematica non è un'opinione, ciò significa che nel triennio 2014/2017 sono stati effettuati interventi per quasi 25 milioni. Forse mi sono distratta, ma non riesco ad individuare quali siano i lavori  non i servizi) di tale importanza effettuati sul territorio".


E' il commento di Stefania Filipponi di Impegno Civile sul contenuto della conferenza stampa indetta dall'assessorato alle opere pubbliche.


"Sicuramente - dice Filipponi - l'Assessore saprà indicare in modo dettagliato le singole opere realizzate e le risorse utilizzate. Altro punto da chiarire: il programma dei lavori pubblici, che verrà votato con il bilancio 2018, prevede, ad esempio, la realizzazione della 'rotatoria di S. Magno', la 'rotatoria di Via Rubicone' ( peraltro da finanziare con le 'alienazioni', future ed imprevedibili,) la manutenzione straordinaria dei 'PIR Colfiorito', la sistemazione delle Conce , il collegamento via Brunesca rotatoria Corvia, la sistemazione dei muri di cinta dei Canapè, misure compensative Quadrilatero nuova 77, ma soprattutto il nuovo plesso scolastico che dovrebbe essere finanziato con il Piano Città".


"Ebbene queste opere risultano inserite nel programma delle opere pubbliche già del 2017 con una spesa preventivata di € 12 milioni (per il solo 2017) e, talune, persino nel programma 2016. E non si dica che la programmazione è triennale: la rotatoria S. Magno inizialmente era prevista per il 2017, poi per il 2018, ora per il 2019; le cd misure compensative erano programmate per il 2016, così come la rotatoria di Via Rubicone e la manutenzione dei PIR Colfiorito".


Ma non solo, altro punto il nuovo plesso scolastico. "Nel 2013 l'Amministrazione Comunale (già in campagna elettorale), sul Piano Città, ha fatto affiggere manifesti, ha fatto conferenze stampa e incontri con i cittadini e da ultimo è andata persino alla Fiera di Milano. Il Ministero aveva premiato Foligno per le proposte innovative atte a soddisfare impellenti esigenze abitative. Le impellenti esigenze, evidentemente, non ci sono più per cui adesso si programma la realizzazione del polo scolastico, di cui già si parlava a seguito del sisma del 1997. Ovviamente la ricostruzione della scuola media Carducci rientra in altri finanziamenti straordinari, conseguenti alla crisi sismica del 2016".


"In conclusione - termina la Filipponi - le opere pubbliche di Foligno sembrano essere come i famosi aerei di Mussolini, sempre gli stessi".


 

Condividi l'articolo:

affitto e vendita case
Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Vus Com
Gabetti Immobiliare
Sicaf
Principe
Maison del Celiaco