folignonline
Edizione del 17 Settembre 2018, ultimo aggiornamento alle 18:50:58
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 05 Aprile 2018 alle 22:22:42

Nuovo piano della mobilita', partito il monitoraggio

Sostituira' il vecchio piano del traffico. Sotto esame tutte le criticita', tra le quali la viabilita' a Ponte Antimo, in via Trinci, in via Campagnola, in via Santo Pietro

Dopo oltre 10 anni va in "pensione" il vecchio piano del traffico. E' partito ufficialmente il monitoraggio che la Sintagma spa effettuerà, per alcuni mesi, sul territorio folignate tramite la registrazione dei flussi di traffico. Vedremo, quindi, in questi mesi, protagoniste le varie misurazioni sul territorio che dovranno fornire i dati che serviranno ai tecnici per l'elaborazione della nuova proposta.


Un'analisi attenta della rete viaria su tutto il Folignate e, naturalmente, con un occhio di riguardo alle varie criticità che sono emerse in questi ultimi anni. La società che si è aggiudicata l'appalto - spiega l'assessore Graziano Angeli - avrà 3, 4 mesi di tempo per visionare i flussi e, quindi, entro dicembre dovrà aver pianificato i vari interventi necessari per fluidificare i flussi di traffico e risolvere le criticità che si sono evidenziate. Quindi, si andrà in partecipazione". 



E al centro del monitoraggio saranno evidenti, e ben attenzionate, tutte le criticità del territorio che, in questi ultimi periodi, hanno scatenato le ire e le proteste dei cittadini i quali, in Comitati o con petizioni, hanno fatto sentire la loro voce chiedendo soluzioni. Attenzione particolare, quindi, ai flussi di traffico in via Campagnola, via dei Trinci, Ponte Antimo, Santo Pietro, zona industriale Sant'Eraclio. Solo per citarne alcune.


Il piano prenderà in esame: la rete viaria con l'organizzazione, gestione e classificazione funzionale della viabilità e delle intersezioni, con individuazione delle infrastrutture necessarie. Dovranno essere analizzati e simulati sia nuovi interventi (infrastrutturali, di tipo circolatorio, miglioramento intersezioni esistenti) che deriveranno dalle criticità evidenziate dal modello di trasporto, sia le infrastrutture previste nei Piani urbanistici anche in corso di approvazione.


Attenzione anche al trasporto pubblico locale su gomma: il piano dovrà essere predisposto in integrazione al Piano regionale dei trasporti e dovrà contenere un'analisi delle criticità dell'attuale sistema di trasporto e l'individuazione delle possibili soluzioni.


Ma anche del trasporto pubblico locale su ferro: l'obiettivo è quello di sviluppare il tema sui due fronti, idealmente contrapposti ma che possono trovare una sinergia, costituiti dall'implementazione dell'utilizzo del treno per i collegamenti extracomunali e la velocizzazione dei collegamenti regionali e nazionali (Perugia Firenze Roma e Ancona).


Senza dimenticare il trasporto merci, con la redazione di un modello sostenibile nel centro storico anche con la limitazione degli orari di accesso dei mezzi preposti all'interno della Ztl


Saranno presenti anche i capitoli della sosta, della ciclabilità, della sicurezza stradale, della moderazione del traffico nelle isole ambientali con la redazione di un piano delle zone 30.


 


 


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Sicaf
Vus Com
Principe