folignonline
Edizione del 19 Aprile 2018, ultimo aggiornamento alle 14:44:46
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Adcomm
folignonline
Adcomm
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
TrattOliva

Stampa articolo

Ambiente e Territorio, 15 Aprile 2018 alle 22:01:53

Nonna Adalgisa ha spento 106 candeline, e' la longeva dell'Umbria

Festeggiata da familiari ed amici nella casa di riposo Opera Pia Castori: la visita dell'assessore Maura Franquillo

Centosei: sono le candeline spente da nonna Adalgisa, trevana di nascita e folignate d'adozione che, domenica mattina, ha festeggiato l'importante traguardo. Accanto a lei i familiari e gli amici, ma anche gli ospiti della residenza protetta Opera Pia Bartolomei Castori, dove vive da ormai tre anni.


Decana dei centenari di Foligno, Adalgisa Piermarini ha compiuto i 106 anni proprio oggi, domenica 15 aprile.  Nata nel 1912 a Trevi  nonna Adalgisa ha vissuto lì l'infanzia e l'adolescenza, prima di sposarsi nel 1932 con Francesco Cocco e trasferirsi nella frazione folignate di Scandolaro, dove ha trascorso tutta la sua vita,  vissuta nei campi di grano. "Lo raccoglievamo -ha raccontato - poi lo macinavamo e facevamo il pane".


Nonna Adalgisa ha dovuto fare i conti anche con la Grande Guerra. "Scendevo a piedi fino a Foligno per comprare il sale e c'erano i tedeschi. Avevamo paura di loro, ma anche dei bombardamenti. Per questo motivo preferivamo dormire fuori casa, per sentirci al sicuro". Passata la guerra, il ritorno alla vita tranquilla, insieme ai figli ed al marito Francesco, venuto a mancare nel 1987.


Nel 1997 il terremoto l'aveva allontanata da casa e si era  trasferita dalla figlia a Spello. Poi però era voluta tornare a Scandolaro, dove ha vissuto fino a pochi anni fa. Sempre in attività, Adalgisa Piermarini ha continuato a prendersi cura della sua famiglia, preparando ogni settimana il pranzo della domenica: pastasciutta e pollo arrosto. 


Il segreto di così lunga vita? Ha sempre raccontato: "Mangiar sano e lavorare tanto". Due le figlie: Iolanda e Rina e tre nipoti: Cinzia, Sabrina e Serenella ed è anche bisnonna di Tania.


"Ha passato anni e anni ad aiutare mia mamma quando noi eravamo piccoline - racconta la nipote Sabrina - e non importava neve pioggia o caldo ma lei ogni mattina prendeva l'autobus a Scandolaro e veniva a Spello poi tardo pomeriggio faceva rientro a scandolaro ...praticamente per me e mia sorella e' una seconda mamma".


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Gabetti Immobiliare
Sicaf
Vus Com
Maison del Celiaco
Principe