folignonline
Edizione del 17 Novembre 2018, ultimo aggiornamento alle 17:38:46
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Politica, 07 Maggio 2018 alle 14:34:45

Politica, Filipponi: 'Ormai il consiglio comunale e' diventato un teatrino'

Dure accuse di Impegno Civile al presidente del consesso civico: 'Come arbitro fischia quasi sempre i falli in favore della sua squadra. Non tutela la dignita' del Consiglio. L'unica sua preoccupazione e' quella di salvaguardare gli interessi dell'esecutivo'

"Non posso partecipare alla seduta consiliare -fissata in prima convocazione alle ore 8 e avente all'ordine del giorno il rendiconto 2017- a causa di 'non rinviabili' impegni professionali; d'altra parte l'orario 'indicato', di fatto, impedisce la presenza di coloro che svolgono una qualsiasi attività lavorativa e penalizza la partecipazione di quei consiglieri che, diversamente da quelli di maggioranza, non possono fruire di permessi e, tanto meno, di permessi retribuiti, ovviamente a carico dei cittadini. Nel corso dell'ultimo colloquio telefonico - non propriamente tranquillo- sono stata 'accusata' di non essere stata presente alla Conferenza dei capigruppo e, quindi di non aver espresso il mio dissenso in tale sede. Scusa addirittura risibile, visto che la Conferenza non si è insediata per mancanza del numero legale".  Inizia così la lettera aperta che il capogruppo di Impegno Civile, Stefania Filipponi, ha inviato al presidente del Consiglio comunale. Dure accuse rivolte al presidente sulla sua funzione.


"Già perché questa maggioranza, arrogante ed autoreferenziale, priva di progettualità e mediocre, persino, nella gestione del quotidiano - è scritto -  non è più nemmeno in grado di garantire il funzionamento delle istituzioni.  Da anni, i membri della 'maggioranza che non c'è', litigano aspramente per la tutela dei piccoli interessi personali, ma poi tirano a campare per non perdere la poltrona ( o il semplice strapuntino) e con la speranza che, non staccando la spina, possano ottenere ......quanto richiesto". E poi le "accuse" rivolte proprio al presidneted el Consiglio.


"Minacce, accuse anche pubbliche, ritorsioni e ricatti, sono pressoché quotidiani, tutti contro tutti, fregandosene dei cittadini. E lei?  Lei dovrebbe essere il garante super partes delle istituzioni, mentre sta dimostrando sempre di più di essere contemporaneamente arbitro e giocatore. Come giocatore entra talvolta a gamba tesa utilizzando tutti gli strumenti che la legge le consente, togliendo la parola alle opposizioni ovvero concedendola ai suoi sodali. Come arbitro fischia quasi sempre i falli in favore della sua squadra. Non tutela la dignità del Consiglio Comunale, non ne difende le prerogative; l'unica sua preoccupazione è quella di salvaguardare gli interessi dell'esecutivo, magari anche evitando di mettere all'odg argomenti poco graditi al manovratore. E' successo più volte in passato allorquando ha deciso argomenti (che sono pronta dettagliatamente ad indicare) e date, rispettando esclusivamente gli ordini di scuderia ricevuti". 


ED ancora. "Senza, poi, voler tornare, sull'ultimo 'consiglio dedicato': un dispendio inutile di risorse pubbliche. Perché non trattare anche alcune mozioni? Si vuole evitare il dibattito?
Lei afferma di rispettare il regolamento, ma poi ne viola, reiteratamente, l'art. 38 co. 8 che prescrive che le mozioni urgenti, se non votate come tali, devono essere iscritte e trattate nella seduta successiva.
Così non è stato, in particolare- ad esempio- per quella presentata dal M5S che riguardava il Suo comportamento in occasione della 'Commemorazione dei Martiri delle Foibe'".


"Tale condotta 'squalifica' funzione e ruolo, riduce il Consiglio Comunale ad un 'teatrino', dove si recitano a memoria testi scritti da altri e non si discute dei problemi della città, ma si ratificano decisioni che tutelano gli interessi di bottega. Queste non sono considerazioni falsate da 'paraocchi ideologici', di una opposizione contro a prescindere, perché Le ricordo che Impegno Civile ha votato, nel 2009, senza alcun successivo pentimento o rimpianto, l'allora Presidente del Consiglio, Sergio Gentili, anch'egli del Pd. Ma quelli erano altri tempi .... o forse erano diverse le persone".


 


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Vus Com
Principe
Sicaf