folignonline
Edizione del 19 Ottobre 2018, ultimo aggiornamento alle 21:16:29
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 06 Giugno 2018 alle 10:22:35

Un bio-orto aziendale da coltivare insieme ai dipendenti, il progetto di Unitekno

L'azienda leader nella produzione di elettrodomestici per la cura della casa: 'Il rispetto per la natura e per la persona sono alla base della nostra filosofia aziendale' [Fotogallery]

Sul retro della sede produttiva di Unitekno, nella zona industriale ‘La Paciana', il verde dei pomodori (ormai già alti sulle canne conficcate nel terreno), l'arancione dei fiori di zucca (coltivati orgogliosamente proprio da Gaudenzio Bartolini) e il rosso delle ciliege sembrano contrastare col grigio delle pareti di cemento armato dello stabilimento, che racchiudono sofisticate tecnologie produttive, macchinari, scaffalature, robot in movimento, ma, come spiega ancora Gaudenzio Bartolini "per Unitekno sviluppo e rispetto per l'ambiente non sono mai stati valori discordanti, anzi noi pensiamo che possono solo camminare insieme".


Un orto, suddiviso in solchi assegnati ai dipendenti, nel quale ognuno di loro può coltivare ciò che vuole (dall'insalata ai pomodori, alle zucchine alle melanzane, ai fagiolini) utilizzando concime - rigidamente organico- messo a disposizione dall'azienda e provvedendo ad innaffiare le proprie piantine beneficiando di un efficiente impianto di irrigazione a goccia: un progetto che conferma la filosofia aziendale che unisce tecnologia e rispetto della natura e, non a caso, che l'inaugurazione del bio-orto viene effettuata nella Giornata Mondiale dell'Ambiente.


"Davvero interessante il progetto portato avanti dall'azienda Unitekno di Foligno, specializzata nella produzione di elettrodomestici per la cura della casa, il trattamento dell'acqua potabile e dispositivi medici per la riabilitazione fisica.L'iniziativa è accolta, ogni anno, con entusiasmo da molti collaboratori, felici di misurarsi con zappa, vanga e rastrello e di accendere una sana competizione su chi avrà il migliore raccolto.


A spiegare la filosofia aziendale, improntata sul rispetto della natura e per l'uomo, è Gaudenzio Bartolini, fondatore e amministratore delegato di Unitekno "Coltivare l'orto - spiega - è molto più efficace di molti corsi di team building, problem solving e di tante chiacchiere sulla mission aziendale. Nell'orto la filosofia di Unitekno è visibile: l'attenzione all'uso delle risorse, la cura delle piccole cose, la partecipazione, la collaborazione e la competizione".


Il rispetto per la natura ed il benessere della persona sono, infatti, da sempre al centro dell'attività di questa eccellenza umbra che produce generatori di vapore per pulire ed igienizzare la casa senza l'uso di detergenti chimici, apparecchi per il trattamento dell'acqua potabile che eliminano l'impatto ambientale del consumo dell'acqua in bottiglia, dispositivi medici per la magnetoterapia che riducono il dolore e agevolano la riabilitazione fisica senza l'uso di medicinali.


Ieri mattina, il taglio del nastro del bio-orto aziendale alla presenza di alcuni dei lavoratori/coltivatori che, dopo l'orario di lavoro, si dedicano alla coltivazione del "solco" assegnato. Un ettaro di terreno dietro lo stabilimento, dove spiccano, oltre al bio-orto, anche alberi di noce e di ciliegie.


"Un piccolo appezzamento in mezzo alle fabbriche - spiega Villelmo Bartolini, amministratore e responsabile della divisione Dispositivi medici Magnetoenergy - che coltiviamo tutti insieme, l'uno accanto all'altro, raccogliendone i frutti in una dimensione collettiva che vede un impegno comune: la terra va lavorata e bisogna anche saper attendere per raccoglierne i frutti. Quando si sta qui, nell'orto, si è tutti uguali e si comunicano esperienza e rispetto". Ma d'altronde è anche questa la filosofia dell'azienda che ha avuto una grande espansione.


"Il segreto del nostro successo - continua Villelmo Bartolini - sta innanzi tutto nell'ascolto delle esigenze degli utilizzatori e del mercato, nella pazienza che caratterizza il momento della ricerca e nell'attenzione con la quale vengono seguite tutte le fasi della produzione. E proprio la pazienza e la cura sono alla base anche dell'orto aziendale. Imparare ad assecondare la natura, sostenerla, farsela alleata utilizzandola per generare benessere e valore. D'altronde è proprio partendo da uno dei principali elementi della natura, l'acqua, che sono nati i prodotti Unitekno".


"L'acqua è per noi un vero e proprio tesoro - dichiara Luca Bartolini, amministratore e responsabile divisioni Homecare e Akwa- da essa è nata l'intuizione che ha portato alla nascita del primo ferro con caldaia e, da lì, alla linea di macchine per la pulizia a vapore che hanno fatto Unitekno grande nel mondo. Seguendo l'inziale vocazione, abbiamo poi sviluppato la linea di frigogasatori Akwa, che valorizzano l'acqua domestica, fornendo un'alternativa più salutare ed ecologica a quella in bottiglia".



Si può, quindi, dire che il bio-orto è l'icona vivente di Unitekno, nel cui reparto di Ricerca e Sviluppo sono stati già piantati i semi di molti nuovi prodotti e dove, in attesa di cogliere melanzane e carote, si pensa già con fiducia al futuro, naturalmente, ecosostenibile.


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Vus Com
Sicaf
Principe