folignonline
Edizione del 08 Dicembre 2018, ultimo aggiornamento alle 16:55:11
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito

Stampa articolo

Cronaca, 14 Giugno 2018 alle 17:52:06

Teatro a Foligno, Mismetti: 'Lo vedrei in centro o, comunque, appena fuori le mura'

Dopo l'annuncio dell'impegno del patron del cachemire, Brunello Cucinelli, per la sua realizzazione, si 'riaccendono' le speranze

Un teatro a Foligno: un sogno accarezzato da anni e che ora, è stato "rilanciato" dal patron cdel cachemire, Brunello Cucinelli. Così il sindaco, restando con i piedi per terra e, quindi pensando a finanziamenti vari oltre a quelli privati lo vedrebbe non lontano dal centro storico, quindi: al Foro Boario, all'ex zuccherificio o anche dentro le mura recuperanbdo spazi pubblici, come ad esempio, nell'area occupata dalla scuola santa Caterina, una volta che questa sara' trasferita al Foro Boario.


Si comincia a fantasticare sull'argomento "teatro". "Sarebbe importante per Foligno avere il teatro - dice il primo cittadino - Dove lo vedrei? Di certo, non lontano dal centro storico, quindi, al Foro Boario, ad esempio, o nell'area dell'ex zuccherificio o anche direttamente nel cuore cittadino, recuperando spazi pubblici. Mi riferisco ad esempio alla scuola Santa Caterina, una volta trasferita nel nuovo polo scolastico".


Foligno ci ha provato diverse volte a parlare della realizzazione di un teatro: la terza città dell'Umbria ne è priva e, questa assenza pesa eccome: moltissimi anche piccoli centri, ne possiedono uno. Dopo che l'imprenditore umbro, Brunello Cucinelli, conosciuto in tutto il mondo della moda come "il Re del cachemire", ha espresso il desiderio di costruire un teatro a Foligno per la terza città dell'Umbria si è accesa una luce di speranza.


Cucinelli, che è il presidente del Teatro Stabile dell'Umbria, inaugurando la stagione del Morlacchi, ha rilanciato pubblicamente l'impegno che aveva preso con il vicesindaco di Foligno con delega alla Cultura, Rita Barbetti.


"Foligno fa parte del Teatro Stabile dell'Umbria e lo scorso anno, quando Cucinelli mi chiese come stessero andando le cose gli risposi che noi non abbiamo nemmeno il teatro - ha spiegato la Barbetti - questa notizia lo spiazzò visibilmente e ne restò molto colpito. Mi disse subito che si sarebbe impegnato in prima persona per cercare di porre rimedio alla situazione, anche pensando a promuovere una cordata di imprenditori italiani ed esteri". "Quando ho saputo delle sue dichiarazioni pubbliche - dichiara la Barbetti - mi ha fatto molto piacere, non solo perché si è ricordato ma anche perché ha intenzione di mantenere l'impegno".


Sul luogo dove potrà sorgere, la vicesindaco non si sbottona. "Bisognerà aprire un dibattito su questo punto - spiega - ci dovremo riunire e poi sondare il terreno per capire quale soluzione possa essere migliore".


Il sindaco, invece, ha le idee chiare anche se, ribadisce, bisogna stare con i piedi per terra: la realizzazione di una simile struttura ha bisogno di una molteplicità di finanziamenti, guardando, quindi, non solo alla Regione o ai privati, ma ai fondi europei, in modo da creare una struttura ad hoc per il territorio.


Insomma, potrebbe essere la volta buona? Chissà. Di certo Cucinelli quando dice una cosa , non si è mai tirato indietro e ha realizzato tutto quello che ha annunciato.


 Nella foto, il vecchio teatro Piermarini


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Vus Com
Principe