folignonline
Edizione del 15 Luglio 2018, ultimo aggiornamento alle 21:06:49
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 29 Giugno 2018 alle 11:53:24

Scuola Carducci, la dirigente 'Pronti a manifestare: vogliamo riavere la nostra scuola'

Morena Castellani invita tutta la citta' ad aderire all'iniziativa. 'Ora basta promesse, vogliamo fatti concreti: l'avvio dei lavori e l'ultimazione in quattro mesi'

"Noi vogliamo solo la sede che ci è stata promessa due anni fa, vogliamo solo quella di soluzione e al più presto possibile. E per ottenere questo siamo pronti a tutto. L'iniziativa che organizzeremo a breve avrà questo obiettivo: tenere alta l'attenzione per ottenere solo quanto promesso. Anzi. Ci appelliamo a tutta la città, affinché si schieri a nostro fianco per riavere, al più presto la ‘nostra' Carducci che è patrimonio di tutti, di tutta la città".


E' molto determinata la dirigente scolastica di Foligno 2, Morena Castellani: ormai basta così: le date che si sono rincorse, in questo periodo, non bastano più a nessuno. Ora dirigente, personale scolastico e genitori vogliono azioni concrete che non possono che essere: l'avvio dei lavori e il termine di questi in quattro mesi. Come da promesse.


Proprio ieri, in tarda mattinata, la dirigente ha avuto un incontro con i genitori e la decisione che è scaturita dalla riunione è proprio quella di organizzare una iniziativa pubblica, invitando ed appellandosi a tutta la città per far arrivare, tutti insieme, nelle stanze della Protezione civile, il grido determinato e unanime di tutti: via ai lavori alla nuova Carducci.


"Accanto alla scuola Carducci - spiega- non ci dobbiamo dimenticare che esistono altri alunni che sono ancora fuori sede. Mi riferisco alla scuola primaria di via Piermarini: parte di loro sono in altre strutture, visto che il vecchio edificio è stato lesionato dal terremoto".


Ora, quindi, gli studenti della Carducci che sono fuori sede - e che continueranno ad esserlo anche per il prossimo anno scolastico - sono 496: sei sezioni (una in più dello scorso anno) alla caserma Gonzaga, tre classi all'istituto Beata Angela, quattro all'Ite, due al liceo Frezzi, sei alla media Piermarini.


A questi si aggiungono gli alunni della primaria Piermarini. La quinta, infatti, è ospite dell'ex teatro Piermarini: il piano sopra quello che era il foyer (tra l'altro una sistemazione bellissima ed apprezzatissima da insegnanti, alunni e personale Ata); le due terze si trovano in via dei Monasteri (al Centro studi) e la quarta si è spostata all'interno della parte nuova della Piermarini (quella in cemento armato per intenderci che non ha subito alcun danno), occupando degli spazi che erano della scuola dell'Infanzia.


L'inagibilità della parte vecchia all'interno di palazzo Piermarini, ha portato ad altre problematiche per la mancanza di spazi e servizi: come la mensa della scuola dell'infanzia (i bambini pranzano all'interno delle loro classi), i laboratori (linguistico, matematico-scientifico e artistico) e parte del cortile (che è stato transennato nella zona adiacente al palazzo da ristrutturare).


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Vus Com
Principe
Sicaf