folignonline
Edizione del 23 Ottobre 2020, ultimo aggiornamento alle 19:22:26
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Foligno - Scuola e Formazione, 06 Ottobre 2015 alle 14:57:56

Scuola, presentato a Foligno il progetto 'Aliment-azione naturalmente'

Obiettivo: favorire un'alimentazione sana e una buona pratica motoria

Modificare effettivamente i comportamenti alimentari e gli stili di vita tra i bambini delle scuole attraverso un consumo di prodotti sani e corretti e l'aumento quotidiano di pratiche motorie e sportive. E' l'obiettivo del progetto "Aliment-azione natural-mente", presentato stamani nella sala Italo Fittaioli del palazzo


 municipale, promosso da Comune di Foligno e Usl Umbria 2 nella scuola primaria Mameli del terzo circolo didattico di Foligno. Riguarderà circa 120 bambini, di tutte le classi, dalla prima alla quinta elementare, e si svilupperà nell'arco di tre anni, fino al giugno del 2018, con il coinvolgimento dei genitori. Diverse le figure professionali interessate al progetto: cardiologo, diabetologo, pediatra, biologo, psicologo, l'esperto in scienze motorie oltre alle associazioni di volontariato, gli insegnanti e gli stessi genitori.
Il diabetologo Sergio Pocciati ha messo in rilievo che "si tratta di un progetto pilota che punta a modificare alcuni stili di vita e a favorire l'attività motoria dei bambini. L'obiettivo è quello di creare conoscenza e consapevolezza di alcuni comportamenti. Verrà incrementata l'attività fisica e si punterà ad aumentare il consumo di alcuni prodotti come frutta, verdura e legumi".
Maria Luisa Picchio del servizio diabetologico della Usl Umbria2 ha sottolineato che "saranno organizzate alcuni piccole escursioni, con il contributo di associazioni di volontariato, per incrementare l'attività motoria. In particolare il prossimo 15 novembre ne sarà promossa una, nell'ambito della giornata mondiale del diabete".
Per il pediatra Pietro Stella "è importante contribuire a modificare alcuni stili di vita, con il coinvolgimento dei genitori. A scuola si può arrivare a piedi consentendo, così, ai bambini di fare attività fisica, oltre al fatto che si evita l'utilizzo di auto con un deciso miglioramento dell'ambiente".
Paola Menichelli, direttore del distretto di Foligo, ha posto l'accento sul fatto che "il progetto è un intervento di promozione della salute per contribuire a lottare contro l'epidemia del terzo millennio: l'obesità".
La dirigente del terzo circolo didattico, Ortensia Marconi, ha evidenziato "l'importanza di questo progetto in grado di favorire l'autonomia dei bambini. La scelta della scuola Mameli è significativa perché ci sono situazioni familiari molto diverse, anche per la forte componente straniera, e si possono confrontare stili e comportamenti diversi".
Per il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, "si sviluppa in questo progetto un confronto a più voci nell'ottica di contribuire a cambiare alcuni stili di vita".


 


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]