folignonline
Edizione del 11 Dicembre 2018, ultimo aggiornamento alle 18:19:27
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito

Stampa articolo

Ambiente e Territorio, 08 Ottobre 2018 alle 18:08:57

Avis, festa per i 65 anni di fondazione della sezione folignate: donazioni pure la domenica

Oltre 2.500 i soci effettivi. Anche un centinaio di stranieri. Premiazioni dei donatori [Fotogallery]

Oltre 2500 soci effettivi che, cioè, abbiano effettuato almeno una donazione all'anno. Di questi 1.798 sono uomini e 772 sono donne, con una crescita di adesioni inarrestabile, in assoluta controtendenza per l'Umbria.
Sono questi i numeri dell'Avis folignate diretta dal presidente Frasconi e che domenica ha festeggiato i 65 anni dalla nascita premiando i donatori più assidui e quelli che ai affacciano ora a questa importante realtà. Un'associazione dove spiccano numeri importanti di giovani donatori: infatti nel su 152 new entry, 135 di loro sono under 35.


Vedendo ancora qualche dato, vediamo che il 43% dei donatori è donna, mentre 112 sono gli stranieri che donano. Ed ora per cercare di avere ancora più donatori, la Regione ha accreditato tutte le strutture sanitarie e sta pensando alla possibilità di donare sangue anche la domenica.


"Foligno è la realtà umbra che, negli ultimi tempi, ha dato il contributo migliore nelle donazioni di sangue, rispetto alla popolazione residente - ha detto l'assessore alla sanità, Luca Barberini intervenuto alla giornata - Un obiettivo importante, raggiunto grazie a un grande lavoro di squadra e al coinvolgimento di tutta la comunità, in particolare dei giovani, nella promozione della cultura della solidarietà e della vita. Il merito è di ogni singolo donatore, oggi ne sono stati premiati alcuni: chi ha raggiunto oltre 100 donazioni e chi ha iniziato adesso, a 18 anni".


In Umbria, però, c'è stato un calo di donazioni pari al 10-15%.
"In Umbria nel 2017 c'è stato un calo generale del 10-15% delle donazioni. L'intera comunità deve farsi carico di questa criticità - ha detto Barberini - Per garantire maggiore qualità ed efficienza dei servizi, come Regione abbiamo accreditato tutte le strutture trasfusionali umbre. L'ultima è quella di Cascia, nonostante le difficoltà dovute al sisma. Stiamo rivedendo anche gli orari di apertura dei centri di raccolta, per dare la possibilità di donare anche la domenica. Quello nella solidarietà è un investimento che non fallisce mai e in questo l'Avis ha un ruolo strategico.


Grazie ai tanti volontari Avis di Foligno e di tutta l'Umbria che ogni giorno promuovono la cultura della vita e della solidarietà".


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Principe
Vus Com