folignonline
Edizione del 13 Novembre 2018, ultimo aggiornamento alle 22:05:26
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 26 Ottobre 2018 alle 16:55:23

Viabilita': 'zone 30', correttivi alla velocita' e nuove soluzioni su via Trinci e Ponte Antimo

E intanto appello per aderire al questionario. Sintagma: 'Proposte e non solo proteste'. Ecco le anticipazioni del nuovo piano del traffico

Pochi folignati hanno risposto al questionario sulla viabilità, centro storico trasformato in "zona 30" (con la coabitazione di auto, pedoni e biciclette), correttivi per limitare la velocità per alcune strade che sono nella "lista nera" per quanto riguarda gli incidenti (viale Firenze, via Roma e la zona di porta Todi, per fare qualche esempio) e soluzioni "diverse" per la contestata viabilità della zona di via dei Trinci e Ponte Antimo.
Sono queste le novità su traffico e circolazione anticipate dall'ingegnere Tito Berti Tutti, presidente della Sintagma, la società che sta elaborando il Pums (piano urbano della mobilità sostenibile.


Sono solo 150 i folignati che hanno risposto alle domande e lasciato le proposte. Un numero che ha "deluso" l'ingegner Tito Berti Tulli - presidente di "Sintagma", la società che sta elaborando il Pums (piano urbano di mobilità) - che ha ideato l'iniziativa avallata dal Comune.


"Proposte e non solo proteste", lo slogan lanciato dall'ingegnere che sperava di arrivare minimo a 500/600 questionari in una città come Foligno. "Rinnovo l'invito ai folignati: - ha detto Tito Berti Tulli - rispondete al questionario, perché si tratta di uno strumento importante che servirà ad elaborare il piano. C'è tempo fino al 15 di novembre".


"Sulla sosta non abbiamo visto particolari problemi - anticipa l'ingegner Tito Tulli Berti - la città è dotata di una buona rete di parcheggi. Sul traffico e sulla circolazione, invece, c'è da fare. Abbiamo individuato interventi sulla cosiddetta mobilità dolce, che facilita pedoni e anche l'uso della bici. Per il centro storico, quello dentro le mura, si parla di un progetto che vede diverse ‘zone 30' e pedonali". Insomma, un centro storico a misura di pedoni e ciclisti.


"Abbiamo effettuato una mappatura anche delle strade con più incidenti con i report forniti dalla Municipale. Per quelle vie dove si registrano più sinistri stiamo pensando a dei correttivi che limitino la velocità".


E poi i vari "nodi viabilità". "Stiamo cercando di capire come aggiustare la circolazione sul comparto di via dei Trinci, avendo sentito anche le lamentele dei residenti. Abbiamo effettuato dei sopralluoghi e, quindi, stiamo elaborando delle soluzioni diverse da quelle ora attuate per avere una buona accessibilità su quella zona". Stesso dicasi per la zona di Ponte Antimo per la quale ci saranno un paio di soluzioni da proporre".


Ma veniamo ai tempi. La prima bozza del Pums, comprensiva di tutti i progetti per le varie zone, sarà pronta a fine anno e a gennaio e febbraio sarà sottoposta alla partecipazione dei cittadini.


"Proporremo - termina l'ingegnere Tulli Berti - un paio di soluzioni per ogni problematica da risolvere, in modo che si possa sviluppare una discussione e, quindi, adottare quella che convincerà di più e che sarà la più condivisa". Intanto, sulla viabilità, cittadini dite la vostra utilizzando il questionario.


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Vus Com
Principe
Sicaf