folignonline
Edizione del 20 Luglio 2019, ultimo aggiornamento alle 16:07:47
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 16 Novembre 2018 alle 19:18:13

Sbranato un piccolo asino dai lupi, feroce assalto nella frazione di Budino

Il mese scorso e' stata uccisa una pecora girgentana di 50 kg. Assaltate, nelle vicinanze, anche altri animali. Il racconto del proprietario degli animali [Fotogallery]

Un asinello sardo letteralmente sbranato dai lup: un assalto che è avvenuto alle porte di Foligno, a dpochi passi dal centro della piccola frazione di Budino. E' arrabbiato ed anche preoccupato Renato Ansuini che, insieme al fratello Emanuele, possiede un terreno dove è situato un capannone nel quale ci sono tanti animali, anche pregiati, fra cui 14 asini sardi. 


"Alle 1.30 - racconta - i nostri cani, e quelli della casa che si trova dall'altra parte della strada, all'inizio di questa via, hanno cominciato ad abbaiare furiosamente. Il mio vicino, che ha un allevamento di pecore, è uscito a vedere. Ma purtroppo, c'era una fitta nebbia che impediva la visione anche a distanza di pochi metri". E non è la prima volta che accadono assalti del genere.


"Il mese scorso - racconta - i lupi hanno sbranato una capra girgentana, un animale di circa 50 kg. Chi ha visto la sua carcassa non ha avuto dubbi nell'affermare che si trattasse di un attacco di lupi, proprio per il tipo di morsi. Per un mese, quindi, ho trasferito sia gli asini che le capre, e anche gli alpaga, in un recinto dietro l'edificio che ha una rete alta circa 2 metri. Proprio martedì, ho deciso di liberare gli asini e li ho lasciati, di nuovo, sul terreno accanto al capannone. Stamattina (ieri mattina, ndr) la tragica scoperta. Un mio vicino, passando, ha visto l'asino a terra sbranato. Ed intorno orme che non lasciano dubbi sulla presenza di lupi".


Una preoccupazione grande alla quale si somma il danno economico, dato che un asinello sardo costa intorno ai 3mila euro e un alpaga anche 5mila. Il terreno è recintato su tre lati (il quarto si affaccia sulla strada dalla quale è diviso da un fosso) ma da una parte la rete è rotta. La carcassa del povero animale è rimasta sul terreno coperta da un telo  e circondata dagli altri 13 asinelli che non si sonoallontanati dal luogo dove è avvenuta l'uccisione.


"Ho chiamato prima la Municipale e, poi, su loro suggerimento, la Asl per capire come mi dovevo comportare. All'inizio non ho avuto risposte, poi grazie alla mia vicina veterinaria, la dottoressa Alessandra Tiburzi, sono riuscito, dopo le ore 15, a togliere la carcassa del mio asinello, che avevo coperto con un telo e ad avere l'autorizzazione a trasportare la stessa a Perugia per effettuare un'autopsia. Anche la veterinaria ha confermato che si tratta di un attacco di lupi. Tra l'altro, avvenuto vicinissimo al centro di Budino e credo che, per questo motivo, non sia da sottovalutare affatto. Anche perché non è il primo che capita nella zona. Oltre ai due attacchi a mio danno, anche un altro allevatore qui vicino, ha avuto alcune pecore uccise".


"Stiamo pensando - termina Ansuini - di raccogliere le firme per portare all'attenzione di tutti, Comune, forze dell'ordine e Asl, la situazione. Qualcuno dovrà dare delle risposte e delle rassicurazioni".

Azienda Modena
Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Ristorante al Palazzaccio
Marco Post
Sicaf