folignonline
Edizione del 16 Giugno 2019, ultimo aggiornamento alle 02:45:09
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Ambiente e Territorio, 22 Dicembre 2018 alle 16:00:54

Annullato il presepe di Rasiglia, scambio di accuse fra Tonti e Mismetti

Il presidente dell'Associazione: 'Il Comune non ci ha aiutato. Chiesta documentazione impossibile. Il sindaco: 'Richieste presentate in ritardo, disertata la commissione ma siamo disponibili a un incontro per cercare soluzioni'.

Da una parte il presidente dell'associazione "Rasiglia e le sue sorgenti" che ha annullato il presepe vivente che si svolge all'interno di cantine e garage della famosa frazione dopo che gli uffici comunali hanno inviato una lettera in cui, di fatto, si vieta lo svolgimento dell'evento se non verranno presentate alcune documentazioni giudicate, però, impossibili da produrre.Dall'altra il sindaco che racconta di una richiesta presentata dall'associazione tardivamente, di una riunione disertata dal tecnico dell'associazione ma che tende una mano per poter evitare l'annullamento di un evento intorno al quale ruota una massa turistica che ha affittato pullman, fermato stanze negli alberghi e prenotato ristoranti.


Insomma, lancio di accuse reciproche con uno spiraglio che si apre ma che, probabilmente, arriva tardi visto che l'evento è previsto per il 26 e l'incontro chiarificatore, che vorrebbe mettere una "toppa," si dovrebbe tenere il 24: davvero troppo tardi per organizzare il tutto.


"La commissione si riunisce in modo tardivo, quando ormai il danno è fatto: quando due giorni fa il dirigente del Comune ha inviato una lettera a tutto il mondo: dalla Questura alla Prefettura, alle varie forze dell'ordine, in cui si negava l'autorizzazione per lo svolgimento del presepe, se non avessimo ottemperato ad una serie di prescrizioni infinite e impossibili da ottenere. Per noi è stata sufficiente quella lettera, nella quale si indicava la data di oggi, venerdì 21 dicembre, il termine ultimo per presentare tutti quei documenti per disdire tutto: con quella lettera il Comune ha compromesso l'evento e ormai mettere una toppa non è più possibile".


Lo dice chiaramente Umberto Tonti, presidente dell'associazione "Rasiglia e le sue sorgenti". Una clamorosa cancellazione che è destinata a far scoppiare una vera e propria bufera.


"Ma il Comune non si rende conto dell'organizzazione che c'è dietro a questo evento, portato avanti dal solo volontariato? - sbotta Tonti - manifesti, depliant, prodotti alimentari da comprare. E io dovrei attendere il parere di una commissione dopo che è stato già ratificato, a tutti gli organi di sicurezza, dal settore commercio che questo evento non potrà essere fatto? Se provassi ad andare avanti, anche se il parere della commissione fosse, per assurdo, positivo mi ritroverei il 26 dicembre e il 6 gennaio, questore, prefetto e forze dell'ordine sul posto pronti a elevare multe e denunce penali. Mi dovrei assumere una simile responsabilità?".


"Faccio un solo un esempio delle prescrizioni richieste dall'ufficio commercio: si parlava di avere, per ognuna delle 41 postazioni, che sono dei garage di privati cittadini, l'agibilità, la conformità degli impianti. Perfino un documento che si chiama eccetera - ironizza Tonti - Ma scherziamo? E dire che noi i aver lasciato sola l'assoxciazione a gestire mille richieste e vincoli. "Il Comune non può limitarsi a porre veti, ma deve essere in prima linea ad aiutarci a superare ogni ostacoli".


E poi la versione del Comune. "La commissione di pubblico spettacolo si è riunita oggi per esaminare la pratica relativa al presepe vivente di Rasiglia. L'esame della pratica non si è potuto tenere per l'assenza del tecnico dell'associazione "Rasiglia e le sue sorgenti" e per la comunicazione dell'annullamento della manifestazione da parte del presidente della stessa associazione. Si fa presente che l'istanza da parte dell'associazione è pervenuta solo in data 17 dicembre - peraltro incompleta - alla quale sono seguite richieste di integrazioni da parte degli uffici. Si ricorda, inoltre, che il tecnico nominato dall'associazione aveva confermato la sua presenza alla seduta della commissione, prontamente convocata".


"Premesso che le norme che disciplinano lo svolgimento di manifestazioni sono ordinate con disposizioni nazionali che tutti sono tenuti a rispettare, valutata l'importanza dell'evento, tanto che il Comune ha prenotato un servizio navetta - qualora il presidente dell'associazione ritenesse di riconsiderare la posizione assunta con relativa comunicazione - l'amministrazione comunale è disponibile ad incontrarlo lunedì 24 dicembre alle 9 insieme al suo tecnico incaricato per verificare la sussistenza delle condizioni per lo svolgimento della manifestazione".


Ma i margini di recupero per far svolgere l'evento sembrano non esserci. Vedremo lunedì se Tonti accetterà di incontrare il Comune ma i tempi, per poi organizzare il presepe, ammesso che le parti trovino un accord,o sono davvero molto stretti.


 


 


 


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno
Azienda Modena


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Marco Post
Sicaf
Ristorante al Palazzaccio