folignonline
Edizione del 23 Ottobre 2020, ultimo aggiornamento alle 19:22:26
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Annunci, 28 Marzo 2016 alle 21:32:57

Associazioni senza sede: la Fondazione concede locali, pc, telefono fisso e fotocopiatrice

A disposizione saranno i locali dei Casalini medievali: ecco cosa prevede il bando


La Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno mette a disposizione di quelle associazioni del territorio folignate senza sede, i locali nei "Casalini medievali" di via del Gonfalone, in pieno centro storico, ma non solo. Accanto alla concessione dei locali anche la "segreteria", con tanto di telefono fisso, pc e fotocopiatrice.


Il bando è stato presentato in una conferenza stampa ed è rivolto a tutte le associazioni senza scopo di lucro attive nell'ambito dell'arte e della cultura; del volontariato e della beneficienza; della salute pubblica e della medicina, così come dello sviluppo locale o dell'educazione, istruzione e formazione.


Ora potranno avere a disposizione gratuita una sala da otto posti, una da sedici ed anche strumentazioni, quali telefono, fax e posta elettronica, possibilità di utilizzare computer e navigare in internet, stampare documenti e fare fotocopie.


Previsto un vero e proprio servizio di assistenza da parte di personale addetto, per redigere richieste di contributo da presentare alla stessa Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.. I ‘casalini' potranno essere persino indicati quali indirizzo per la corrispondenza.


Il bando scadrà il prossimo 15 aprile, salvo proroga, basterà recarsi in via del Gonfalone 29 dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12 o scaricare la documentazione dal sito www.fondazionecarifol.it


"Le associazioni del territorio sono una grandissima realtà ed un patrimonio di inestimabile valore - ha sottolineato il presidente Gaudenzio Bartolini - lavorano per il bene di tutti e fanno crescere l'intera comunità in tutti i settori. Per questo vogliamo strategicamente investire su di loro e supportarle sempre di più meglio, offrendo, oltre ai consueti contributi che comunque resteranno - ha specificato - anche strutture e servizi spesso fondamentali per l'attività e la loro stessa sopravvivenza".


Ecco il bando pubblicato sul sito della Fondazione Cassa di risparmio di Foligno.


IMMOBILE "I CASALINI"
REGOLAMENTO DI ACCESSO ALLE SALE E AI SERVIZI
ESERCIZIO 2016
Il presente regolamento disciplina l'organizzazione e l'utilizzo gratuito di alcuni spazi presso
l'immobile "I Casalini" e dei servizi connessi. L'accesso a tale complessivo servizio è garantito
esclusivamente ai soggetti accreditati e solo in relazione alle rispettive attività istituzionali.
I soggetti accreditati che usufruiscono delle sale dedicate e dei servizi sono tenuti a prendere
visione e ad accettare senza riserve quanto previsto nel presente regolamento.
PREMESSA



La Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno mette a disposizione delle persone giuridiche private
non aventi finalità di lucro (*) con sede legale all'interno di uno dei Comuni di riferimento della
Fondazione (**) due sale dedicate, poste al piano primo, dell'immobile "I Casalini", sito in Via del
Gonfalone 29 a Foligno e i servizi connessi.
Gli spazi e i servizi possono essere rispettivamente utilizzati ed erogati, esclusivamente, nei giorni
ed orari predefiniti e solo in presenza del personale della Fondazione e con le modalità
successivamente indicate.


(art. 1)
PROCEDURA DI ACCREDITAMENTO
Per poter avanzare richiesta di utilizzo dei locali e di fruizione dei servizi, è necessario accreditarsi
presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, utilizzando l'apposita modulistica,(1)
reperibile presso gli uffici in Corso Cavour, 36 a Foligno o scaricabile dal sito internet della
Fondazione (www.fondazionecarifol.it).
La domanda, debitamente compilata e sottoscritta dal rappresentante legale, dovrà essere
presentata alla segreteria presso l'Immobile "I Casalini", via del Gonfalone 29 a Foligno
(lunedì-venerdì 9,30-12,00) entro e non oltre il 15/4/2016.
Possono presentare domanda di accreditamento i seguenti soggetti:
- persone giuridiche private non aventi finalità di lucro (*) con sede legale all'interno di uno
dei Comuni di riferimento della Fondazione (**);
- che dichiarino essere sprovvisti di una sede "operativa";
- che dichiarino di svolgere, in modo non occasionale, attività coerenti e compatibili ai settori
di intervento e agli scopi perseguiti dalla Fondazione, di seguito indicati:
 Arte, attività e beni culturali;
 Volontariato, Filantropia e Beneficenza;
 Salute pubblica, Medicina preventiva e riabilitativa;
 Sviluppo Locale;
 Educazione, Istruzione e Formazione
- che dichiarino di conoscere i vigenti principi statutari e regolamentari della Fondazione e
quanto previsto nei vigenti documenti programmatici della Fondazione;
- che dichiarino di voler utilizzare gli spazi e/o fruire dei servizi connessi.
Unitamente alla domanda di accreditamento devono essere prodotti lo statuto, l'atto costitutivo, il
bilancio consuntivo e la relazione morale dell' esercizio 2014 (gli enti che non hanno almeno un
anno di vita, non sono tenuti a produrre questi ultimi due documenti).
Un'apposita Commissione interna valuterà, a suo insindacabile giudizio e sulla base dei requisiti di
sopra riportati, se accogliere o meno la richiesta.
Conclusa la fase di accreditamento, tutti i soggetti richiedenti, accreditati e non,
riceveranno apposita comunicazione entro il 30/4/2016.
Successivamente a tale fase, la Fondazione, constatata l'aspettativa e le esigenze dei soggetti
richiedenti, raccolte le ulteriori eventuali informazioni, stilerà un calendario di utilizzo degli spazi e/o
fruizione dei servizi e provvederà a rendere edotti gli accreditati circa le modalità e termine del
servizio.
In caso di più richieste di concessione locali/fruizione servizi per lo stesso periodo, la precedenza è
accordata alla domanda, correttamente compilata e sottoscritta, pervenuta per prima presso gli
uffici. A tale fine farà fede il numero di protocollo in entrata della Fondazione.
La Fondazione si riserva, in ogni caso e in ogni tempo la facoltà di modificare il periodo e la durata
della concessione del locale/fruizione servizi, per sopravvenute esigenze interne; tale evenienza
sarà anch'essa immediatamente comunicata all'assegnatario.
L'ammissione all'utilizzo degli spazi/servizi, nelle modalità e termini sopra indicati, avrà validità
annuale (anno solare) e sarà prorogabile tacitamente di anno in anno; in questo caso, il servizio
generale si articolerà con le stesse modalità e termini di quello avviato nel 2016, salvo disdetta o
recesso delle parti da comunicare entro il 1° dicembre di ogni anno. E' salva ogni altra modifica dei
contenuti che il soggetto già accreditato dovrà segnalare con una nuova domanda di ammissione.
Gli spazi non potranno essere concessi nei periodi di chiusura degli uffici della Fondazione.


(art. 2)


FINALITA' DEGLI SPAZI


Gli spazi riservati, opportunamente attrezzati per consentire lo svolgimento dell'attività istituzionale
dei soggetti accreditati, potranno essere concessi esclusivamente per le seguenti attività:
- svolgimento riunioni periodiche degli organi del soggetto accreditato (riunioni Consiglio di
Amministrazione, Assemblee soci, Comitato scientifico, Collegio Sindacale)
- riunioni di associati (minimo quattro persone) per lo sviluppo della programmazione
dell'attività istituzionale del singolo soggetto accreditato;
- erogazione, a titolo gratuito, di servizi che il soggetto accreditato pone a disposizione dei
suoi iscritti o soggetti interessati all'oggetto e agli scopi sociali dell'Associazione; la
Fondazione si riserva la facoltà di raccogliere elementi istruttori per conoscere la tipologia
del servizio che sarà erogato;
- svolgimento del singolo evento promosso o attuato dal soggetto accreditato purché
l'iniziativa si estrinsechi sotto forma di convegno; in tal caso dovrà essere comunicato
scopo e titolo dell'evento;
- svolgimento di conferenze stampa per iniziative rientranti nell'attività ordinaria del soggetto
accreditato;
- svolgimento di corsi di formazione riconosciuti per associati ed attinenti l'oggetto sociale del
soggetto accreditato;


(art. 3)
SERVIZI DI SEGRETERIA
Presso lo spazio è possibile usufruire dei seguenti servizi:
 possibilità per il soggetto accreditato di indicare la sede dei Casalini quali indirizzo per la
corrispondenza in arrivo; in tal caso il soggetto accreditato deve autorizzare la Fondazione a
firmare per ricevuta eventuali raccomandate o documenti. Il soggetto accreditato che richiede il
servizio deve garantire il ritiro della posta almeno ogni 15 giorni. Non è previsto alcun servizio
di ritiro posta presso gli uffici postali o di corrieri privati, né di invio della corrispondenza.
 Utilizzo del telefono;
 invio e ricevimento fax;
 uso di stampante e fotocopiatrice;
 uso di una postazione per l'attività d'ufficio dotata di pc con collegamento ad internet e
possibilità di accesso alla posta elettronica del soggetto accreditato e anche per esigenze di
scrittura, purché l'utilizzo non avvenga con continuità tale da identificare la postazione con un
specifico ente accreditato;
 assistenza, da parte del personale di segreteria e compatibilmente con le priorità degli uffici,
nella redazione delle richieste di contributo/bandi da presentare alla Fondazione CR Foligno e
che in ogni caso interessi direttamente la realtà del soggetto ammesso al servizio;


art. 4)
DIVIETI, OBBLIGHI E RESPONSABILITA'
Il locale non può essere destinato ad un uso diverso da quello per il quale è stato concesso (cfr. le
fattispecie ammesse, come meglio precisate all'art. 3 del presente regolamento) e oltre il tempo
concordato e non può essere dato in sub comodato o ad altro titolo a terzi.
Le associazioni accreditate sono responsabili della buona conservazione dei locali a loro destinati,
delle attrezzature e dei beni presenti negli spazi e dei beni idonei alla fruizione dei servizi.
E' fatto divieto al soggetto accreditato di affiggere qualsiasi materiale sia all'esterno che all'interno
dell'immobile.
Eventuali materiali pubblicitari, informativi o altro, sempre riferiti all'attività istituzionale del soggetto
accreditato, potranno essere distribuiti da referenti del soggetto accreditato all'interno del locali
dedicati o esposti su idoneo supporto in dotazione alla sala o su altri di proprietà dell'accreditato
posto all'interno della sala limitatamente nei giorni di svolgimento dell'evento, attività o riunione. Al
termine di tali attività, ogni materiale dovrà essere rimosso a cura e spese del soggetto accreditato.
I locali dovranno essere riconsegnati, puntualmente alla scadenza del termine previsto per la
durata della concessione, puliti e nell'identico stato di dotazione e di manutenzione della
consegna.
E' vietato prelevare dall'immobile qualsiasi bene in esso presente.
E' vietato manomettere l'hardware, modificare i software caricati sui computer, installare qualsiasi
altro software.
E' vietato accedere alle eventuali cartelle/files o documenti delle altre Associazioni.
La Fondazione si riserva di controllare i file prodotti nonché conservati presso le proprie
attrezzature informatiche, al fine di verificare il corretto utilizzo delle stesse.
I soggetti accreditati si impegnano a non immettere, utilizzare, pubblicare, diffondere, trasmettere,
informazioni illegali o vietate dalle leggi vigenti in materia di privacy e copyright.
La Fondazione non si assume alcuna responsabilità per l'eventuale smarrimento di documenti
riferiti all'Associazione accreditata, di dati digitali perduti in seguito all'utilizzo dei pc da parte dei
diversi soggetti accreditati, al malfunzionamento del sistema informatico o ad operazione di
manutenzione e ripristino dello stesso nonché al mancato rispetto delle presenti norme.
E' fatto obbligo di segnalare alla segreteria gli eventuali guasti o malfunzionamenti degli arredi,
delle macchine o della strumentazione al fine di consentire un tempestivo ripristino delle stesse.
Il Personale presente si rende disponibile ad offrire ogni informazione utile per il corretto utilizzo
della sala e dei servizi ma non ha alcun onere nei confronti del beneficiario il servizio.
Il soggetto ammesso all'uso dei locali o alla fruizione dei servizi, esonera la Fondazione CR
Foligno da ogni e qualsiasi responsabilità per danni che dovessero derivare alla Fondazione
stessa, a terzi o al materiale impiegato per lo svolgimento dell'iniziativa, nonché per eventuali atti o
fatti illeciti che dovessero comunque verificarsi in occasione dell'utilizzo dei locali o fruizione dei
servizi.


Art. 5)
AUTOTUTELA
La Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, in presenza di ripetuta inosservanza del
regolamento da parte del soggetto accreditato e qualora prenda atto di abusi o venga a
conoscenza di un uso improprio dello spazio e dei servizi da parte degli assegnatari o a fronte di
qualsiasi violazione, da parte dell'assegnatario, dei divieti e degli obblighi previsti negli articoli
precedenti, può a sua legittima tutela, assumere provvedimenti che vanno dal richiamo alla
sospensione dal servizio a tempo indeterminato, riservandosi di intraprendere le opportune vie
legali, qualora ne ricorrano gli estremi.


Art. 6)
PRIVACY
Nell'acquisizione e nel trattamento dei dati relativi ai richiedenti l'utilizzo del locale e dei servizi, la
Fondazione opera nel pieno rispetto della legislazione in materia di tutela della riservatezza dei
dati personali.


Art. 7)
NORMA FINALE
Per tutto quanto non previsto, si applicano le disposizioni del codice civile in tema di comodato.
(*)
L'assenza di finalità lucrative deve essere sanzionata attraverso il divieto di distribuire, anche in modo
indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita del soggetto in favore di
amministratori, soci, partecipanti, lavoratori o collaboratori, salvo che la destinazione o la distribuzione
siano imposte dalla legge; attraverso la previsione di clausole che dispongano la destinazione di utili e
avanzi di gestione allo svolgimento dell'attività statutaria o all'incremento del patrimonio; nonché mediante
l'obbligo di devolvere il patrimonio dell'ente, per la parte eccedente il valore nominale, in caso di suo
scioglimento per qualunque causa, ad altro ente senza fini di lucro o per fini di pubblica utilità);
(**)
Comuni di Foligno, Gualdo Cattaneo, Bevagna, Cannara, Montefalco, Nocera Umbria, Spello, Trevi e
Valtopina


 


 


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]