folignonline
Edizione del 06 Dicembre 2022, ultimo aggiornamento alle 13:23:16
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Foligno - Politica, 09 Giugno 2016 alle 16:12:25

Crisi di maggioranza, Filipponi: 'Mismetti non si e' occupato dei cittadini ma solo di mercanteggiare favori in cambio di voti'

Il capogruppo di Impegno Civile, dopo l'approvazione del consuntivo, 'bacchetta' il sindaco e la sua giunta

"Il Comune di Foligno ha approvato il bilancio previsionale con 13 voti favorevoli -su 16 consiglieri di maggioranza- e il consuntivo con 14 voti; la consiliatura ( rectius la poltrona) è salva: quindi tutti in pizzeria per festeggiare il 'superamento della crisi'". E' il commento di tefania Filipponi di Impegno Civile. 


"Ma parlare di crisi politico-istituzionale non è corretto - dice  Filipponi in una nota - il ' Mismetti II' non si è occupato mai di politica, degli interessi della città, dei bisogni dei cittadini; l'attività del primo cittadino - e del suo esecutivo- si è limitata al mercanteggiamento di favori, più o meno personali, in cambio di voti. Un sindaco veramente 'libero' avrebbe "approfittato" di quello che viene benevolmente definito 'dibattito interno', per avviare un reale processo di cambiamento, per eliminare quelle forme degenerative che si basano su inerzie e/o convenienti commistioni e che impediscono l'effettiva partecipazione dei cittadini al funzionamento della macchina pubblica".


Ed ancora. "Soltanto il tempo dimostrerà quali elargizioni sono state concesse per ottenere il voto favorevole sul consuntivo; e così il 'sistema Foligno' protegge se stesso, con la corresponsabilità dei consiglieri comunali, che se ne infischiano del mandato ricevuto dagli elettori".



E poi giù le questioni aperte. "Di FILS, della vendita delle reti del gas,di VUS e delle accise, dell'area dell'Ex Zuccherificio, del rischio di 'declassamento' dell'Ospedale di Foligno, dell'impoverimento, dello stato di degrado in cui versa la città, non interessa: si continua a vivacchiare, consentendo, magari, a Nando Mismetti di avere uno scranno nel 'nuovo Senato' di marca renziana".


"Purtroppo i cittadini neppure si rendono conto della reale situazione e l'opposizione non può incidere su tale sistema, per mancanza di numeri che consentano, in consiglio comunale, di approvare proposte proprie, e di intaccare quella logica di gestione esclusivamente autoreferenziale, orientata alla salvaguardia di posizioni personalistiche e di centri di potere. Forse non rimane altro che sottoporre alcune questioni all'esame della magistratura penale e contabile".


 

Carolina Russo Servizi Immobiliari
Torre del Nera


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Sicaf