folignonline
Edizione del 10 Ottobre 2019, ultimo aggiornamento alle 20:30:23
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Foligno - Eventi, 18 Giugno 2016 alle 09:11:30

Quintana, corteo storico magico e tante emozioni al cerimoniale

Tanta gente ha assistito alla sfilata per le vie cittadine. Commozione per il discorso del presidente Metelli che non ha sfilato ma era in tribuna

Vie piene di gente che ha assistito al corteo storico della Giostra della Quintana della "Sfida" che ha sfilato nel cuore cittadino. E una piazza della Repubblica gremita ha assistito al tradizionale cerimoniale.


"La mia piccola che sta lassù insieme agli altri quintanari sarà orgogliosa del risultato della manifestazione - ha detto il presidente dell'Ente Giostra, Domenico Metelli che non ha sfilato ma ha assistito alla festa dalla tribuna, colpito dal recente lutto della figlia - nonostante il dolore ho voluto essere con voi". Metelli ha parlato "dell'impegno gravoso per me e per la mia famiglia per una giornata particolare" ma che era" impossibile non portare il suo saluto alla manifestazione. Grazie a tutti per l'affetto dimostratemi". 


Sempre in tribuna il sindaco di Foligno e la presidente della Regione Catiuscia Marini che ha ringraziato il popolo quintanaro dai vertici ai popolani. " La Quintana è anche l'Umbria - ha detto la presidente - Settanta anni è un traguardo importante. Siete cresciuti tantissimo e mostrate una qualità straordinaria. Una manifestazione unica in Umbria".


"I 70 anni  della Quintana coincidono con i 70 anni della Repubblica - ha detto il sindaco Mismetti - ed hanno un legame profondo. Il 2 giugno del 1946 si è scelto di ricostruire la comunità e qui a Foligno di riproporre la Giostra come segno di identità. La Quintana è relazione, solidarietà e un modo di stare insieme". Il sindaco ha manifestato la sua vicinanzaa Metelli esottolinenando la grande forza manifestata dal presidente dell'Ente "a stare qui" e poi ha consegnato una targa per i 70 anni della manifestazione.


"Ci sono circostanze difficili  per trovare le parole giuste - ha detto il vescovo monsignor Gualtiero Sigismondi che ha aperto la porta della cattedrale per partecipare al cerimoniale - si fa fatica a cercarle e raggiungere tutti". Poi rivolgendosi al presidente Metelli ha aggiunto: "Nei momenti di tristezza, angoscia e dolore  si cerca un approdo; quando siamo disorientati avvertiamo un forte bisogno che qualcuno ci sia vicino. Ma per cercare chi possa aiutarci a portare con noi questo dolore la ragione da sola non è capace di fare luce, è necessaria la ragione del cuore che ci mette in condizione di capire il mistero. Nel buio fitto del suo inconsolabile dolore, non c'è solitudine perchè è occupata dall'abbraccio del popolo quintanaro".


Poi il cerimoniale è andato avanti. Il vicesindaco Rita Barbetti e il vicepresidente dell'Ente Giostra, Guido Todi, hanno consegnato i doni a sua Eccellenza Sigismondi che ha benedetto i cavalieri che, con gli scenografici costumi all'eroica, hanno fatto il loro ingresso tutti e dieci insieme in piazza posizionandosi intorno alla statua del Dio Marte. Dopo benedizione e arrruolamento, il tradizionale spettacolo che spiega in modo teatrale il motivo per cui si va a disputare la gara: l'amore per la dama o la fedeltà al principe che vede contrapposti i rioni. 


E, dopo l'estrazione dell'ordine di partenza di oggi, sabato 18 giugno, al Campo de li giochi, l'attesa lettura del bando da parte dell'attore Claudio Pesaresi che, come al solito, sa far battere più forte il cuore dei quintanari.


 

Azienda Modena


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Sicaf
Ristorante al Palazzaccio
Axis Italy
Marco Post