folignonline
Edizione del 10 Ottobre 2019, ultimo aggiornamento alle 20:30:23
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Foligno - Politica

Fils, approvato un documento per tutelare i 40 lavoratori. L'assessore Angeli difende i dirigenti comunali

Per la partecipata in liquidazione continuita' aziendale e protezione dei livelli occupazionali

Il Consiglio comunale ha approvato, a maggioranza (con l'astensione di Ceccucci), un ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari del Partito Democratico, di Foligno Soprattutto e di Movimento per Foligno, che riguarda le misure a tutela dei lavoratori della società Fils s.r.l. in relazione alla messa in liquidazione della società medesima.

Foligno - Politica

Liquidazione Fils, Meloni (FI): 'Situazione paradossale. Non si comprende chi siano i responsabili di questo fallimento'

Duro intervento del capogruppo in Consiglio comunale: 'Oltre 500mila euro di passivo, debiti per qualche milione di euro e nessuno si dimette?'

"Dopo anni di discussioni siamo, purtroppo, arrivati alla liquidazione della FILS. Noi lo dicevamo da tempo che non si poteva continuare in queste condizioni e prima o poi saremmo arrivati all'epilogo. Per anni la FILS è stata amministrata da tutti soggetti che erano in organico alla maggioranza, unico registro tra tutti è stato l'appartenenza alla maggioranza stessa".  E' il commento di Riccardo Meloni di Forza Italia, alla vigilia del consiglio comunale di lunedì 27 giugno che decreterà la "fine" della partecipata del Comune.

Foligno - Politica

Consiglio comunale convocato per lunedi' 27 giugno

Si parlera' anche della liquidazione della Fils

E' stato convocato per lunedì 27 giugno, alle 8,30, il Consiglio comunale di Foligno. All'esame dell'assemblea lo scioglimento e la messa in liquidazione della società Fils srl.

Foligno - Politica

Crisi di maggioranza, Graziosi approda a Sinistra Italiana: si', no, forse

Il consigliere che ora e' nel Gruppo misto alla riunione di coalizione aveva annunciato tale possibilita', ma poi spiega le sue titubanze

"Non ho ancora deciso nulla: se è vero che questa maggioranza non mi convince più, è altrettanto vero che nemmeno la Sinistra Italiana mi convince, anche se è cambiato nome è sempre Sel. La cosa certa è che se non avrò garanzie, se non vedrò un'apertura convincente non potrò restare in questa maggioranza e il mio pensiero vola alla Sinistra italiana". A parlare è Elio Graziosi, consigliere del Pd che ora orbita nel Gruppo misto, dopo una riunione di coalizione avvenuta lunedì, alla quale non aveva partecipato Lorella Trombettoni (ed ora, dopo la sua uscita dalla maggioranza, sappiamo il motivo) in cui aveva annunciato davanti a tutti, dopo uno forte scambio di battute, la sua uscita dal Pd ed il suo approdo a Sinistra Italiana.

Foligno - Politica

Crisi di maggioranza, il sindaco perde ancora 'pezzi': esce pure Trombettoni

Ancora un brutto colpo per la Giunta Mismetti. Dopo le dimissioni da presidente della prima commissioni e le fibrillazioni per Fils e bilancio, la consigliera del Pd passa al gruppo misto

Un'altra tegola cade sulla testa del sindaco Mismetti. Dopo le fibrillazioni in Consiglio comunale che avevano di fatto messo a rischio la tenuta della maggioranza e fatto avanzare in modo consistente la possibilità del commissariamento, ecco che il consigliere del Pd, Lorella Trombettoni, pur ricompattandosi nella maggioranza al momento della votazione del bilancio, ha inviato una lettera al sindaco dove annuncia la sua uscita dal gruppo consiliare e la sua entrata in quello misto.

Foligno - Politica

Crisi di maggioranza, Filipponi: 'Mismetti non si e' occupato dei cittadini ma solo di mercanteggiare favori in cambio di voti'

Il capogruppo di Impegno Civile, dopo l'approvazione del consuntivo, 'bacchetta' il sindaco e la sua giunta

"Il Comune di Foligno ha approvato il bilancio previsionale con 13 voti favorevoli -su 16 consiglieri di maggioranza- e il consuntivo con 14 voti; la consiliatura ( rectius la poltrona) è salva: quindi tutti in pizzeria per festeggiare il 'superamento della crisi'". E' il commento di tefania Filipponi di Impegno Civile. 

Foligno - Politica

Fils, Filipponi: 'Subito la revoca del Cda e dei revisori dei conti'

La consigliera di Impegno Civile ha presentato una mozione urgente: 'Nominare un professionista che sia in grado di prendere provvedimenti per la partecipata'

Ancora bufera sulla Fils. Stefania Filipponi ha presentato una mozione urgente con la quale chiede la revoca delle nomine del Cda e del collegio dei revisori.

Foligno - Politica

Crisi di maggioranza, Schiarea: 'Urgente intervenire sulle partecipate'

Il consigliere di Movimento per Foligno evidenzia che la questione e' proprio una delle tante ragioni per cui non ha condiviso la votazione nell'ultimo consiglio comunale

"La questione delle partecipate va affrontata con decisione e radicalità. L'amministrazione comunale deve avviare una forte semplificazione delle partecipate, favorendo accorpamenti e dismissioni di quelle non strategiche e risanamento di quelle in difficoltà, qualora possibile. In questa ottica sarà necessario aprire un confronto sull'AFAM e sulla possibilità di privatizzazione o affidamento di gestione anche per favorire utili risorse per nuovi e necessari investimenti".

Foligno - Politica

Crisi di maggioranza, Mismetti: 'E' irresponsabile pensare al ritorno alle urne'

Dopo il silenzio di ieri, il sindaco rompe gli indugi e chiede disponibilita' per proseguire il percorso politico. Ronconi (MpF): 'Il vescovo e' stato male informato'

"Foligno ha tante sfide da affrontare in un momento delicato ma è irresponsabile pensare che il ritorno alle urne sia la soluzione più funzionale alle esigenze della città".

Foligno - Politica

Crisi di maggioranza, il sindaco fa la 'conta' e recupera Graziosi e Trombettoni, ma ancora non esclude le dimissioni

Giornata febbrile quella di oggi con incontri e riunioni

Incontri, vertici e riunioni, Nella giornata di oggi il sindaco Mismetti ha cercato di ricucire strappi e trovare così, nella sua maggioranza, i numeri per l'approvazione del bilancio. Tanto da arrivare, prima del consiglio comunale di domani, martedì 24 mggio, a fare la "conta" dei consiglieri che avrebbero votato il bilancio. 

Nel primo pomeriggio conferenza stampa del consigliere del Gruppo misto Elio Graziosi che si è detto disponibile a votare il bilancio senza "accordi sottobanco" e con la promessa di "vigilare  affinchè non ci sia uno spostamento verso il centro".

Graziosi ha ricordato che è uscito dal Pd "perché la linea politica non rispondeva alle mie idee. Ma non sono uscito dalla maggioranza perché voglio continuare a dare il mio apporto ma la politica deve riprendere il suo posto al servizio dei cittadini, in particolare di quelli che hanno meno possibilità, che sono più deboli. Non mi piace questo modo di fare politica con percorsi personali." Graziosi ha fatto il riferimento al fatto che "il sindaco deve avere la mano ferma e non seguire i mal di pancia. Nel 2012 cè stato un precedente con cambiamenti che hanno portato al mutamento della presidenza del Consiglio e della guida della Vus".

Dopo la conferma di Graziosi ecco che è arrivata quella della dimissionaria (ha lasciato l'incarico di coordinamento della prima commissione) Lorella Trombettoni che, dopo un incontro con il sindaco, avrebbe dichiarato il suo vota favorevole al bilancio.

In questo modo, con Graziosi e Trombettoni recuperati, i "numeri" ci sarebbero anche senza il benestare dei tre dissidenti (Lorenzo Schiarea del Movimento per Foligno, Moreno Finamonti del Pd e Roberto Ciancaleoni dei Socialisti). Che hanno ribadito più volte la loro contrarietà nei confronti delle scelte del sindaco. Anche se, nei corridoi di Palazzo, si mormora che per rientrare nei ranghi basterebbe (si fa per dire) la concessione di qualche assessorato. 

Intanto Mismetti, non ha sciolto ancora la prognosi e l'ipotesi delle sue dimissioni, minacciate da qualche giorno, restano ancora in piedi. La notte, di certo, porterà consiglio.

Foligno - Politica

Crisi di maggioranza, sindaco e Giunta: 'Sul bilancio, conti in ordine e buona amministrazione'

Nota congiunta di Mismetti e degli assessori sul documento contabile

Il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, e i componenti della giunta comunale, in una nota congiunta fanno "chiarezza" rispetto alla questione dell'approvazione del bilancio comunale, evidenziando come "i conti siano in ordine" e sia "buono l'andamento dell'amministrazione".

Di seguito si riporta il testo integrale:

"Il bilancio consuntivo 2015 è stato approvato dalla Giunta comunale il 13 maggio scorso ed è stato depositato ieri agli atti del Consiglio comunale. I dati che emergono dal consuntivo 2015 confermano la solidità del bilancio comunale ed evidenziano un avanzo di amministrazione pari a 6,6 milioni di euro, una cifra estremamente significativa e in netta controtendenza rispetto ai bilanci consuntivi approvati in queste settimane da altri comuni umbri ed italiani.Nel 2015 il Comune ha rispettato il patto di stabilità e continua ad essere virtuoso. Il consuntivo conferma anche l'ottima situazione finanziaria dell'Ente, testimoniata dagli oltre 12 milioni di euro depositati nelle casse comunali. Il bilancio 2015 conferma, inoltre, il contenuto indebitamento del Comune, che ha consentito in questi anni di tenere bassa la pressione fiscale sui cittadini e sulle imprese. A tale riguardo, le oculate politiche di bilancio varate finora hanno consentito, nella nostra città, di avere un indebitamento pro capite inferiore a 200 euro, contro una media nazionale di oltre mille euro.La solidità del bilancio comunale non è stata ottenuta a discapito dei cittadini e delle imprese, in quanto, anche nel 2015, la pressione fiscale derivante da imposte, tributi e tariffe comunali è risultata tra le più basse delle città umbre di medie e grandi dimensioni.Nel 2015 la tariffa dei rifiuti ha avuto una riduzione di oltre il 4% rispetto all'anno precedente, con il contemporaneo completamento delle copertura territoriale del servizio di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti solidi urbani. La considerevole entità dell'avanzo di amministrazione consentirà al Comune di Foligno, nel corso dell'esercizio 2016, di destinarne parte alla realizzazione di opere pubbliche nella nostra città e parte ad implementare gli interventi già programmati nel bilancio 2016. Grazie ai conti in ordine, anche nel 2015, la nostra città è riuscita contemporaneamente a prestare attenzione alle fasce più deboli, a potenziare l'offerta quantitativa e qualitativa dei servizi offerti a cittadini e imprese, a promuovere lo sviluppo del territorio grazie alla presenza di numerosi e importanti eventi culturali, aggregativi e sportivi che hanno reso Foligno più attrattiva anche dal punto di vista turistico. La diffida del Prefetto è quindi legata unicamente alle tempistiche di approvazione del documento contabile ed è un'iniziativa presa non solo verso il comune di Foligno, ma anche nei confronti di tutti i comuni d'Italia che non hanno ancora approvato il bilancio. L'eventuale commissariamento dell'Ente comporterebbe il rischio per la città di un rallentamento nella concretizzazione degli importanti progetti in cantiere, anche strettamente legati a fondi europei, nazionali e regionali come ad esempio gli 8 milioni di euro per il programma "Agenda urbana" e i 6 milioni per il "Piano città. A ciò si aggiunge anche la compromissione delle politiche legate allo sviluppo economico e sociale della città, ai provvedimenti urbanistici e agli eventi sportivi, nonché al sostegno alle attività culturali portate avanti dal mondo dell'associazionismo cittadino".

 

Foligno - Politica

Crisi di maggioranza, la Trombettoni non ritira le dimissioni

Lettera della oramai ex presidente della prima Commissione: 'Troppo spesso calpestati rispetto e dignita' delle persone'. Appello di Pierluigi Mingarelli

Appello caduto nel vuoto  quello rivolto dal Pd a Lorella Trombettoni, con il quale si chiedevail rutiro delle dimissioni da presidente della prima commissione consiliare. La consigliera del Pd le ha, invece, confermate.

Foligno - Politica

Crisi di maggioranza, Mismetti ha una manciata di giorni di tempo per approvare il bilancio

Convocata per martedi' 24 maggio la seduta del consiglio comunale

E' stato convocato per martedì 24 maggio alle 15 il Consiglio comunale di Foligno. All'esame dell'assemblea il Documento Unico di Programmazione (DUP) 2016 - 2018; il bilancio di previsione del 2016, il programma triennale delle opere pubbliche, il programma affidamento degli incarichi di collaborazione esterna.

[ 1 ] pagina 2 di 5 [ 3 ] [ 4 ] [ 5 ]
Axis Italy
Sicaf
Ristorante al Palazzaccio
Marco Post